Articles

E’ ora che io liberi il mio gatto dalla sofferenza?

Caro Stimatissimo e Sapiente Micio:

L’anno scorso, il mio gatto Kravitz si è sottoposto a un trattamento per l’ipertiroidismo e un’infezione della vescica. È stato curato dall’ipertiroidismo, ma gli è stata diagnosticata una lieve insufficienza renale. È stato passato a un alimento di supporto renale e per un po’ è stato bene.

La settimana scorsa ha smesso di mangiare molto ed era stitico. Un viaggio dal veterinario con alcune medicine leggere, fluidi sotto pelle e uno stimolante dell’appetito, e Kravitz è tornato al suo vecchio sé. Ad un certo punto di questa settimana, ha urinato molto sul mio letto, bagnando tutte le mie coperte. Dato che Kravitz ha fatto recentemente un esame delle urine, mia madre pensa che abbia introdotto un’altra infezione. Tuttavia, mamma pensa anche che l’insufficienza renale stia avanzando, e a 13 anni, crede che sia sulla buona strada.

Non voglio credere che Kravitz debba essere soppresso. Ho troppo bisogno di lui. Proverò a consultare un sensitivo per animali giovedì prossimo, e chiederò a Kravitz cosa vuole fare. Ma cosa faccio se dice che deve andare, e come posso affrontare quest’ultima infezione, oltre a spogliare completamente il mio letto ogni mattina?

~ Leigh

Dahlia si crogiola in una pozza di sole sul letto di mamma, aprile 2012.

Siouxsie: Ci sono momenti in cui è facile sapere che è il momento di liberare un gatto dalla sofferenza. Quando la mamma ha dovuto lasciar andare Dahlia l’anno scorso, non c’era dubbio che stesse soffrendo ed era chiaro quale fosse la decisione giusta.

Thomas: Nel caso di malattie come l’insufficienza renale cronica (CRF), può essere più difficile. I gatti con quella malattia hanno alti e bassi, e spesso il trattamento veterinario può far sentire meglio un gatto – almeno per un po’ di tempo.

Bella: Ma alla fine i momenti brutti superano quelli belli.

Siouxsie: Leigh, l’unico modo per sapere con certezza cosa sta succedendo a Kravitz è ottenere queste informazioni dal tuo veterinario.

Thomas: Se il tuo veterinario fa un esame del sangue a Kravitz, avrai più strumenti per prendere una decisione su cosa è meglio per il tuo micio.

Bella: Se il suo problema è solo un’infezione del tratto urinario, gli antibiotici possono chiarirlo e tornerà di nuovo in sé.

Siouxsie: D’altra parte, se Kravitz ha una malattia renale all’ultimo stadio, potrebbe essere la cosa più gentile a rilasciarlo.

Thomas: La malattia renale, purtroppo, non migliora – soprattutto dopo che il danno renale raggiunge un certo punto.

Bella: D’altra parte, i gatti con CRF possono vivere una buona vita con un po’ di supporto domestico, compresi i fluidi sottocutanei e le diete speciali.

Siouxsie: Se vuoi saperne di più sulla malattia renale nei gatti, FelineCRF.org è di gran lunga la migliore risorsa e supporto per le persone con gatti in insufficienza renale.

Thomas: FelineCRF.org ha anche una pagina che descrive la malattia renale allo stadio finale e i segni da cercare quando la fine si avvicina.

Bella: Incontinenza e perdita di appetito sono tra quei segni, purtroppo.

Siouxsie: Noi raccomandiamo che se Kravitz vuole sedersi sul tuo letto (e chiaramente lo fa) e tu non vuoi che lui innaffi le tue lenzuola ogni notte, metti qualcosa di impermeabile sul tuo letto – forse assorbenti per la pipì con asciugamani sopra di essi, o forse sacchi della spazzatura di plastica con materiali da letto sopra, perché nessun gatto vuole dormire sui sacchi della spazzatura!

Thomas: In definitiva, Leigh, ti consigliamo di fare tutto ciò che è necessario per capire logicamente cosa è nel migliore interesse di Kravitz. I test di laboratorio e i consigli del tuo veterinario saranno una parte importante di questo. Il comunicatore animale potrebbe essere utile nel darti una conferma emotiva di ciò che ti dice la scienza.

Bella: Capiamo che è difficile lasciare andare un amico amato. La mamma ci è passata diverse volte e ha molta compassione per te.

Siouxsie: Ma alla fine devi fare ciò che è giusto per Kravitz. Se la cosa giusta da fare è metterlo a dormire, sta a te fare quella scelta – e, come tutti gli amanti dei gatti sanno, è la scelta più coraggiosa, più amorevole e più straziante che dovrai mai fare.

Thomas: Ti mandiamo un sacco di fusa. Per favore, facci sapere come vanno le cose.

Bella: *invia amorevoli pacche sulla testa e terapia con le fusa per te*