Articles

E’ ufficiale: gli iPhone sono troppo costosi

E' ufficiale: gli iPhone sono troppo costosi - Tech

  • Di Raymond Wong – 3 gennaio 2019, 8:46

Ecco! A proposito di non iniziare il 2019 con il piede giusto.

Dopo aver brevemente fermato la negoziazione delle sue azioni mercoledì, il CEO di Apple Tim Cook ha condiviso una lettera con gli investitori che rivede la guida della società per le entrate del primo trimestre del 2019.

Cook attribuisce le proiezioni delle entrate più basse a una serie di fattori, tra cui “sfide nei mercati emergenti” e “decelerazione economica, in particolare nella Grande Cina”, così come fattori come “aumenti di prezzo legati alla forza del dollaro USA” e clienti che scelgono di sostituire le loro batterie di iPhone esistenti invece di acquistare nuovi iPhone.

Ovviamente, non c’è una sola ragione per cui Apple sta facendo meno soldi. Ma la maggior parte si riduce ai prezzi.

In parole povere: i nuovi iPhone sono troppo costosi, a partire da 749 dollari per un iPhone XR e 999 dollari per un iPhone XS. E così, anche ogni altro prodotto che Apple vende, compresi i nuovi iPad Pro, che partono da 799 dollari, e il nuovo MacBook Air a 1.199 dollari.

Forse Apple ha spinto la sua “tassa sulle mele” un po’ troppo lontano questa volta.

Vedi anche: L’iPhone XR di Apple sta conquistando gli utenti Android: rapporto

Apple ha testato quanto in alto poteva spingere i prezzi con l’iPhone X da 999 dollari. All’inizio, la mossa è stata accolta da un collettivo, “Sei pazzo? Ma poi la gente ha accettato.

Mille dollari non è una cifra irragionevole per un dispositivo che fa così tanto. Mentre i passati rapporti trimestrali sui guadagni dipingevano un quadro chiaro che le vendite di iPhone erano in calo e si erano stabilizzate, il prezzo medio di vendita più alto (ASP) per dispositivo ha aiutato a compensare la riduzione delle vendite unitarie.

La narrativa si è spostata da “Apple è condannata perché non sta vendendo più iPhone” a “Rilassati, va tutto bene! Andrà tutto bene”. Ed è sembrato così per circa un anno. Ora, tuttavia, le cose sembrano più disastrose per Apple.

Gli sconti consistenti non sono mai un buon segno

Vedi quell’asterisco? Probabilmente non ci sarebbe se i nuovi iPhone volassero via dagli scaffali.

Immagine: screenshot: Apple

È difficile non notare l’aumento dei prezzi di Apple.

Come recensore, credo ancora che anche a 750 dollari, l’iPhone XR sia un grande valore (ho messo i miei soldi dove è la mia bocca e ne ho comprato uno per mia madre per Natale!

I piani di rateizzazione mensili hanno senza dubbio contribuito ad ammorbidire il colpo del costo completo di un iPhone dividendo il prezzo effettivo in pagamenti mensili più gestibili.

Ma anche così, molti clienti semplicemente non sentono la necessità di passare a un nuovo iPhone. Perché prendere un nuovo iPhone quando quello vecchio funziona bene? Conosco tonnellate di persone che sono ancora aggrappate ai loro vecchi iPhone. A loro piacciono i loro jack per le cuffie sui loro dispositivi pre-iPhone 7. I loro vecchi iPhone funzionano bene e anche più velocemente grazie alle migliori prestazioni di iOS 12. Amano i loro pulsanti home e il Touch ID! Una nuova batteria risolve tutto!

È un po’ come una TV. Avete bisogno di un nuovo televisore ogni anno? Assolutamente no.

Ecco il punto: i telefoni sono dispositivi maturi ora. A meno che il vostro telefono non sia al capolinea o abbiate davvero bisogno del dispositivo più all’avanguardia, un nuovo iPhone non è essenziale. È un po’ come una TV. Avete bisogno di un nuovo televisore ogni anno? Assolutamente no.

Le notizie che sostengono che Apple ha tagliato la produzione di tutti i nuovi iPhone, specialmente l’iPhone XR, hanno suggerito per la prima volta problemi in paradiso. I nuovi possessori di iPhone XR sembrano essere per lo più ex utenti Android. Ma anche questi convertiti apparentemente non sono abbastanza per iniettare vita nei numeri di vendita dell’iPhone XR.

Era chiaro che era necessaria una misura più drastica. Così sono arrivati gli sconti sui prezzi attraverso i trade-in dei vecchi dispositivi. Era insolito per Apple offrire fino a 300 dollari di sconto su un nuovo iPhone. Anche se sembrava legato a una spinta festiva, analisti e opinionisti l’hanno letto come se i prezzi degli iPhone fossero troppo alti.

E ora, la lettera di Cook lo conferma.

Guai in Asia

Il mercato della Cina non è come quello degli Stati Uniti.

Immagine: ARTYOM IVANOV\TASS VIA GETTY IMAGES

Apple ha lottato per replicare lo stesso tipo di successo nei mercati emergenti come l’India di cui gode negli Stati Uniti. La popolazione indiana di 1,8 miliardi è un mercato non sfruttato e in piena espansione con potenziale.

Ma l’iPhone è troppo costoso. Le stime per lo stipendio medio indiano vanno da 10.000 a 20.000 dollari. Non molte persone possono pagare circa 98.00 rupie indiane, che equivalgono a circa 1.400 dollari USA (sì, gli iPhone costano ancora di più in India rispetto ad altri mercati), per uno smartphone.

I redditi più bassi nei mercati emergenti sono uno svantaggio per i prodotti premium di Apple, ma non per i produttori di telefoni Android che producono dispositivi significativamente più economici venduti a metà, un terzo o anche un decimo del costo dell’iPhone XS.

La Cina è anche un mercato sempre più difficile per Apple. Mettendo da parte tutte le preoccupazioni politiche e la guerra commerciale di Trump, i principali produttori di telefoni cinesi stanno spremendo Apple duramente con innovazioni più abbaglianti.

Apple può essere stata la prima a fare bene un telefono quasi edge-to-edge (nonostante la tacca), ma aziende come Huawei, Xiaomi, e Oppo, e OnePlus stanno arando avanti con dispositivi che sono veramente quasi tutto schermo e senza cornice.

I design non sono convenzionali – alcuni dispositivi impiegano caratteristiche come una fotocamera pop-up e un meccanismo scorrevole – ma non c’è modo di sfuggire al fatto che queste innovazioni stanno mettendo più calore su Apple.

Di sicuro, la maggior parte di questi telefoni, specialmente quelli di Huawei, che sono vietati dalla vendita ufficiale negli Stati Uniti, non sono una minaccia per l’iPhone negli Stati Uniti. Ma in Cina, che fondamentalmente opera nella propria bolla con dispositivi e servizi fatti in casa, l’iPhone sembra ogni giorno più straniero.

A chi serve un iPhone quando l’eccellente Mate 20 Pro di Huawei ha più fotocamere, un design probabilmente più elegante, una batteria più duratura e altro?

Apple ha bisogno della sua prossima grande cosa

Potrebbe essere una Apple Car la prossima grande cosa di Apple?

Imagine: mashable composite

Se il futuro dell’iPhone è in discussione, allora dobbiamo guardare a quale sarà la prossima grande cosa di Apple. Dopo il successo travolgente dell’iPod è arrivato l’iPhone. Lungo la strada MacBook e MacBook Air sono diventati i loro pilastri. Poi l’iPad.

Ma quale sarà la cosa che spingerà Apple oltre? È difficile dirlo senza essere una mosca sul muro nel laboratorio di progettazione segreta di Jony Ive, ma non è necessariamente triste.

L’Apple Watch si è evoluto nel prodotto che avrebbe dovuto essere fin dall’inizio: un dispositivo indossabile per il fitness e la salute con connettività cellulare.

Gli AirPods sono un altro prodotto sottovalutato che continua a vedere una crescita. Gli auricolari wireless sono spesso esauriti e sono apparentemente nelle orecchie di tutti. Voglio dire, due anni dopo il loro lancio, le persone che li hanno appena presi sono spazzati via. Immaginate la gente che perde la testa per un prodotto di due anni fa. Ma gli AirPods sono accessori per gli iPhone. Possono vendere bene ed essere il nuovo prodotto più esplosivo di Apple, ma non sono nemmeno nella stessa categoria dell’iPhone.

HomePod? È un altoparlante intelligente dal grande suono, ma non è riuscito a eguagliare l’accessibilità e l’intelligenza degli altoparlanti intelligenti concorrenti di Amazon e Google.

Apple ha sottolineato come la sua categoria di servizi in forte espansione – che comprende iCloud e Apple Music – continua a crescere. E certamente, Apple sembra avere molti assi nella manica per Apple Music e anche il servizio di video in streaming che si dice stia costruendo. Ma nessuno di questi è ciò che Apple fa meglio: l’hardware.

Senza qualche tipo di nuovo hardware rivoluzionario, Apple è fortemente dipendente dal successo dell’iPhone. È la società dell’iPhone.

Le vendite dell’iPhone non evaporeranno nel corso della notte – il telefono è qui per restare a lungo – ma ogni colpo della concorrenza sarà molto più duro. Un nuovo prodotto must-have toglierebbe molta della pressione dall’iPhone.

Forse quel prodotto sarà gli occhiali/cuffie intelligenti AR/VR che si dice saranno lanciati già nel 2020. O forse è qualsiasi cosa Apple stia sviluppando con tutte quelle recenti assunzioni di ingegneri per la guida autonoma.

Chi può saperlo onestamente oltre a Tim Cook e Jony Ive?

Una soluzione molto più ovvia potrebbe essere qualcosa di più semplice: Semplicemente abbassare i prezzi degli iPhone. Ma questo significherebbe anche che Apple dovrebbe vendere più iPhone e questo non sta succedendo ora che tutti hanno un telefono funzionante.

E così il futuro di Apple sarà probabilmente imperniato su un nuovo prodotto. La domanda è se sarà la frizione o no.